Psiche. info

 

Pierfrancesco Maria Rovere

Samfung Tai Ki Kun. La ginnastica che cura. Basi neuro anatomo fisiologiche.

Consulenza scientifica a cura del C.I.S.M.E.T.

AICS - Libreria Editrice Psiche, Torino, 1989.

Pp. 40.

ISBN 88-85142-19-2

Ordina


 

Indice

 

Note introduttive

Tecnica di lunga vita

Richiami di embriologia

Approccio analitico

Ricuperi globali tritissulari

Considerazioni generali

Sistema energetico

Conclusione

Bibliografia

 


 

 

NOTE INTRODUTTIVE

nn. 1-3

 

1) Che cos'è il TAI KI KUN?

È una antichissima ginnastica medica in grado di favorire l'equilibrio psicofisico.

 

2) Cosa significa TAI KI KUN?

TAI = Meditazione, supremo

KI = ENERGIA

KUN = Movimento, azione, combattimento

È la suprema meditazione capace di generare energia dal movimento.

 

3) Origini del TAI KI KUN

Leggendariamente la sua origine risale all'epoca prediluviana nella mitica terra del monte Kuan Lun situato nell'attuale catena himalaiana in una zona compresa tra l'Afganistan, il Tibet Occidentale e il Turchestan.

Esso veniva praticato dai maestri immortali taoisti.

Storicamente le prime notizie risalgono a 5000 anni a. C.

Nel 3000 a.C., durante la dinastia dell'imperatore San Lun, le notizie del Tao Tsang riportano che il maestro del Pino Rosso aveva introdotto alla corte imperiale queste tecniche. Da allora, esse sono diventate basilari nel canone medico tradizionale cinese ed hanno continuato ad essere trasmesse quasi immodificate dai monaci taoisti e dalle famiglie di medici e farmacisti.

Dagli inizi sino al 1000 d.C. la sequenza originaria viene arricchendosi di molte varianti, non sempre omogenee.

Verso Il 1300 d.c. il maestro taoista Chan Samfung ricodifica tutta la sequenza in tre gruppi allontanando gli elementi spuri o eterogenei. Da allora la scuola di Chan Samfung ha trasmesso la tecnica esclusivamente nelle famiglie dei medici taoisti.

In questo intervallo di tempo, alcuni discepoli con una conoscenza incompleta della tecnica, hanno dato luogo ad altri stili divergenti dall'originale per maggiore semplicità e per adattamento a settori specifici.

Sono così nate delle scuole di TAI KI KUN in cui la sequenza delle figure, molto semplifIcata, è tale da creare una vera e propria tecnica di difesa.

Altre scuole hanno trasformato la sequenza in una semplice coreografia di danza avente valore puramente estetico.

Attualmente la scuola più diffusa è quella Yang, fondata agli inizi del ventesimo secolo, che è una tecnica sportiva, molto semplificata, non strettamente connessa alla struttura dinamica dei canali energetici.

Lo stile Samfung resta quindi l'unica scuola di ginnastica medica dell'autentica tradizione cinese.

Essa mira quindi a porre l'individuo in uno stato di armonia globale, capace di superare gli ostacoli che interferiscono sul corretto funzionamento della mente e del corpo.

 


 

Libreria Editrice Psiche

 

Webmaster: Dario Chioli

scrivi@psiche.info