Letteratura italiana

Chicca Morone

La tigre e l'ombra della luna.

Libreria Editrice Psiche, Torino, 2012.

Pp. 144, 12,00 euro. Sconto 15%

ISBN 978-88-96093-28-3

L’OPERA
Viaggio alchemico tra terra e luna di due anime antiche, nate per incontrarsi, amarsi e tornare a esistere come pura luce, senza la necessità di legarsi alla materia attraverso il corpo. Un cammino iniziatico dove il tempo e lo spazio limitano azioni e reazioni dei protagonisti senza lederne il libero arbitrio, ma aiutando entrambi a conoscere se stessi e a comprendere i propri errori, lontano da qualsiasi senso di colpa. La conoscenza del proprio sé offrirà loro una diversa visione della realtà circostante: sogno e sonno si alterneranno sempre meno virtualmente, permettendo anche al lettore di identificarsi nelle situazioni del proprio quotidiano, con un’interpretazione diversa del significato dell’esistenza umana sulla terra.

L’AUTORE
Vive e lavora a Torino. Librettista, poetessa, giornalista, scrittrice, grafologa e musicoterapeuta, ha collaborato con “Il Giornale dell’Arte” e “Il Sole 24 Ore” prima di esordire in campo letterario con romanzi e raccolte poetiche. È presidente fondatrice de Il Mondo delle Idee (1994). Ha partecipato a Firenze alla presentazione del Manifesto del Mitomodernismo, corrente letteraria che vuole mettere in luce i simboli legati al mito nella realtà contemporanea.

Giovanni Cordero

Silenzi. Il destino alle diciotto.

Libreria Editrice Psiche, Torino, 2012.

Pp. 112, 12,00 euro. Sconto 15%

ISBN 978-88-96093-24-5

L’OPERA
Un romanzo dall’intenso profumo poetico da un lato, graffiante e crudele dall’altro nel coinvolgere il lettore in una storia terribilmente realistica. Boston tra gli anni Trenta e il nuovo secolo. Il figlio di una tipica famiglia di emigrati calabresi alla terza generazione è dotato di particolare sensibilità e colleziona silenzi. Potrebbe sembrare una piccola stravaganza se non ci fosse la presenza di una storia parallela in cui due amici vivono le loro vite apparentemente normali, frequentandosi ogni giorno, ma di fatto su universi lontanissimi. Da un lato la ricerca interiore di Michael Cimmino che trova nel silenzio attimi di eternità, dall’altra la ricerca di giustizia dell’amico Tim Brady che nella personale raccolta di silenzi crede di equilibrare le vicende di un mondo degenerato. Quando il primo è costretto a prendere contatto con la realtà e a comprendere di aver dato vita a qualcosa di mostruoso, dovrà confrontarsi con la propria coscienza e la propria superficialità nei rapporti umani. A quanti silenzi siamo passati vicino senza accorgerci del loro frastuono assordante?

L’AUTORE
Funzionario della Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Piemonte come responsabile per l’arte contemporanea e il mercato antiquario. Ha svolto attività di ricerca e docenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma, l’Università di Torino, l’Accademia delle Belle Arti di Cuneo ed è stato Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Sanremo. Dirige l’Istituto di Ricerca e documentazione europeo: arte tecnoscienza e cultura. Ha fondato la rivista d’arte www.iride.to

Miriam Turci

Cercando di non svegliare la notte. Parole ed immagini.

Introduzione di Edmondo Turci. Illustrazioni di Aldo e Miriam Turci.

Libreria Editrice Psiche, Torino, 2008.

Pp. ,  13,00 euro. Sconto 15%

ISBN 978-88-96093-00-9

Miriam Turci è nata a Santarcangelo (Rimini) e cresciuta in una famiglia di pittori, dove la linfa artistica scorre in abbondanza… Ha frequentato il liceo artistico di Ravenna ed è diplomata in ottica alla scuola Vinci (Firenze). 

“Quello di Milano – dice Miriam Turci – è il primo concorso come poetessa ed il componimento con il quale ho partecipato si intitola “Cercando di non svegliare la notte”. Sono stata premiata al circolo Alessandro Volta dalla associazione Aupi con il 5° premio internazionale Città di Milano”. 

Da cosa trae l’ispirazione? “Dai viaggi. Sono rimasta molto contenta dalla motivazione della giuria esaminatrice che ha sottolineato che appartengo ed esprimo pienamente il nostro tempo. Hanno detto che nella mia poesia si respira un’atmosfera rarefatta ed eterea che parte sempre dalla natura e dall’intimità”. 

Continuerà a comporre poesie? “Certo, non ho mai smesso. Solo non le avevo mai mandate ad un concorso. Continuerò anche per onorare il lusinghiero giudizio della giuria dell’importantissimo premio milanese”.

 “È stata una mia amica – racconta (in un’altra recensione di La Voce) – se non fosse stato per la sua insistenza non avrei mai fatto il passo”. 

Da “La Voce” di Cesena – Ermanno Pasolini - 2006

Chicca Morone

Il soffio della luna. Le metamorfosi dell'anima.

Libreria Editrice Psiche, Torino, 2007.

Prefazione di Ilaria Gallinaro.

Pp. 158, 12,00 euro. Sconto 15%

ISBN 978-88-85142-92-3

«Il soffio della Luna è una raccolta di racconti composta da tre parti – Lo splendore della Luna, La voce della Luna e Luna d’amore – nelle quali viene descritto ciò che accade oltre il rapporto tra uomo e donna, oltre le intermittenze del cuore, oltre perfino il limite fisico della vita, portando una luce nuova sull’idea del legame e della dipendenza sull’ascolto del profondo. Il rapporto non è più tra i due sessi o tra le parti contrastanti di un’anima, ma tra l’uomo e il dio, o meglio, tra l’uomo e la parte divina e più profonda di sé, quella che solo alcuni privilegiati riescono a raggiungere e alcuni, eletti tra gli eletti, a conservare. L’antico Egitto, con il suo sapere profondo sul passaggio dalla vita alla morte, e altre tradizioni magico-sacerdotali altrettanto potenti sono lo sfondo di vicende eterne, in cui l’amore terreno è ostacolo assoluto alla completa realizzazione di un sé privilegiato e altissimo, votato al divino». (Ilaria Gallinaro)

Chicca Guglielmi Morone è nata a Milano nel 1950 e vive a Torino. Giornalista pubblicista, scrittrice, poetessa, ha pubblicato numerosi romanzi e raccolte di poesie prima di realizzare mostre d’arte e far rappresentare le sue opere in teatro. Ha partecipato alla presentazione a Firenze del Mitomodernismo, corrente letteraria legata ai simboli del mito nella realtà contemporanea. Presiede dalla fondazione Il Mondo delle Idee, associazione culturale di matrice simbolico spirituale, aperta alle tradizioni di ogni paese ed epoca.

Claudio Trapani

Canto dell'eroe senza nome.

Libreria Editrice Psiche, Torino, 1982.

Introduzione di Marcella Campini.

Illustrazioni di Monica Roma ed Enrico Repetto.

Pp. 56, 10,00 euro. Sconto 15%

ISBN 88-85142-08-7

Leggine un estratto

E l'alba lo sorprese addormentato
sopra la rossa sabbia del deserto.
Da troppe lunghe marce era stremato,
da troppo tempo aveva ormai sofferto...

Claudio Trapani, biologo, personalità eclettica, attore e regista dilettante, autore di numerose opere teatrali, si interessa anche di filosofia e medicina orientale nonché di magia, fantascienza ed esoterismo. Attraverso numerose esperienze personali e numerosi viaggi ha elaborato una filosofia di vita che esprime sia in prosa (Maestri si nasce... o si diventa) che in poesia (Canto dell'eroe senza nome).

Stefania Maria Dolcino

Tempo senza memoria -  Le temps sans mémoire (cahier d'une alchimie).

Scritti introduttivi di Jo Damascati, Laura Cerponi, Elida Emoli e Costanza Giunti.

Acquerelli e disegni dell'autrice.

Libreria Editrice Psiche, Torino, 1982.

Pp. 120+10 tavole, 15,00 euro. Sconto 15%

ISBN 88-85142-05-2

Leggine un estratto

Stefania Maria Dolcino è nata a Torino nel 1952. Trascorsa l'infanzia in Nigeria, ritornò in Italia e si diplomò all'Accademia Albertina, laureandosi poi in Architettura al Politecnico di Torino. Il periodo trascorso nelle incontaminate lande africane incise profondamente sulla sua vocazione. Il contatto con una natura libera e selvaggia fece sì che manifestasse in ogni campo un approccio alla realtà fondamentale, nuda, abissale, con forti colorazioni. Non si hanno sensazioni filtrate, ma lampi di colore ghiaccio e fuoco. Un impeto di vita rompe il guscio del sociale ed eleva un libero canto alla natura, trovandovi la gioia di vivere, il bene e il male fuori dagli schemi convenzionali.

In quest'opera varia e densa di implicazioni, ora ancestrali, ora futuribili, si visualizza l'immagine di un essere che si presenta a noi nudo, sia nella sua semplicità infantile, sia nell'ermetica femminilità; un essere che vuole integra la propria libertà di appartenersi e di manifestarsi fino a trascendere i limiti del troppo comodo «classificabile».

Gianpaolo Fiorentini

L'Io deferito.

Poesie.

Cultura Duemila Editrice, Ragusa, 1988.

Pp. 46, 6,00 euro.

Leggine alcune poesie

Gianpaolo  Fiorentini è nato nel 1951 a Torino, dove vive e lavora. Nella sua poesia il quotidiano e la storia personale si dimostrano onirica fonte di percorsi introspettivi.

AA.VV.

Spiragli 13.

Editrice Nuovi Autori, Milano, 1988.

Pp. 266, 6,00 euro.

In via di esaurimento.

Leggi alcune poesie di Gianpaolo Fiorentini

Il volume include: racconti di Patrizia Ancona, Luciano Bay, Fiorenza Belmonte, Giulia Berruti, Bruna Crivelli, Daniela Magnetti, Marco Marchesi, Alessandro Moretti, Gabriella Nava; e poesie di Pietro Barillà, Giampaolo Bernagozzi, Corrado Brambilla, Antonio Castelliti, Gianpaolo Fiorentini, Gianni Liverani, Annalisa Montuschi, Giulia Mori, Cristina Santambrogio, Luigi Sisti, Tiziano Trussardi.

Di Gianpaolo Fiorentini sono 19 poesie.

Sigismondo Panvini

Il tempo della fine. Codice Arquer

Edizioni Il Punto d'Incontro, Vicenza, 2006.

Pp. 332, 16,90 euro. Sconto 10%

ISBN 88-8093-514-3

 

 

 

Libreria Editrice Psiche

Ordina
Cerca

 

Webmaster: Dario Chioli

scrivi@psiche.info